Venerdì e sabato l’Etnoblog di Riva Traiana ospita l’Electroblog Festival: ottava edizione dell’appuntamento imperdibile per gli amanti della musica elettronica, evento organizzato dall’associazione culturale Etnoblog con il contributo della Regione.

Venerdì, ospiti internazionali: Blond:ish e Tiefschwarz. A rompere il ghiaccio, Oh My God, una delle crew storiche del nord-est quando si parla di techno (Dibla di Electrosacher, Nanou, Rossi Elettronica).

tiefschwartzHeadliner della serata, il duo tedesco Tiefschwarz, autentica istituzione del clubbing europeo, attivi dalla metà degli anni ‘90 e provenienti da Stoccarda, da dove la loro carriera è partita. Il loro primo singolo, “Music” è uscito nel 1998 per la Wave Music di New York. Dal 2006 lavorano con la Souvenir, la loro etichetta: «Ci piaceva l’idea di concepire la musica come un souvenir, un ricordo o un’impressione che ti porti da un viaggio», spiega Basti (co-titolare del progetto assieme al fratello Ali). Da oltre quindici anni, producono tracce e remix di interesse e successo planetario, imprimendo il loro distintivo sound anche a pezzi di altri artisti tra i quali Madonna e Depeche Mode, ma anche Groove Armada, Masters At Work, The Rapture, Cassius, DJ Hell, Kelis, Missy Elliott… Hanno realizzato tracce su label come VIVa Music, Trust, Crosstown Rebels e Plus 8 (oltre che su Souvenir), mix album per la serie Fabric e in collaborazione con Time Warp Festival, e sono sempre tra i protagonisti dei più importanti festival del globo. Il duo tedesco, sulla disputa digitale-analogico, commenta: «Tempo fa c’è stata la discussione sul fatto che il digitale avrebbe ucciso il vinile, ma quella fase è superata. L’unica cosa che conta è la musica, se un dj si trova a suo agio con Traktor, lo utilizza. Se preferisce il vinile, sceglie il vinile. L’importante è trasmettere al pubblico buone vibrazioni e creare una bella atmosfera, non ci interessa quale sia la tecnologia scelta. Ciò che abbiamo davvero perso non è il vinile in sé, bensì i negozi di dischi. Comprare la musica on line non è affatto divertente, manca l’interazione umana. Andare nei negozi, ascoltare, scegliere, interagire è una cosa che ci manca davvero».

1398347_583834515004770_337568867_o

Protagoniste della serata anche Anastacia D’elene e Vivie-Ann Bakos ovvero le Blond:ish, duo di dj canadesi stabilitesi a Londra da qualche anno: «Non saremmo arrivate dove siamo oggi se fossimo rimaste a Montreal, Londra è stata fondamentale per la nostra evoluzione musicale», dicono. Reduci da un’annata che le ha viste portare il loro infuocato set dal centro nevralgico del clubbing di Ibiza fino all’Australia, passando per i festival e le location estive europee più importanti. I loro show sono carichi di energia, colorano i beats house con influenze techy, robusti bassi e divagazioni psichedeliche: uno dei nomi più interessanti da vedere in azione, forti anche di produzioni su label autorevoli come Kompakt, NM2 e Get Physical. I visuals saranno affidati agli austriaci OchoReSotto (che hanno lavorato per artisti del calibro di Elvis Costello) e ai triestini Virage Visuals.

Sabato il festival propone una serata organizzata con la supervisione della crew di Enjoy The Sound, team che sta facendo un lavoro notevole per costruire eventi che promuovono la techno internazionale più interessante in città. Per la serata pensata per il festival l’ospite scelto è Monoloc: «Sono sempre molto felice di poter suonare in Italia. C’è molta energia nei club e le persone amano veramente far festa», dice il produttore emergente di Francoforte, entrato di diritto nella cerchia dei talenti della CLR, la label di Chris Liebing, dopo aver già inciso su etichette come Synewave, MultiVitamins, Micro.fon e Droid.

Anche per quest’edizione Etnoblog riserverà particolare attenzione alla promozione di un divertimento sicuro e alla prevenzione dei rischi: l’intera manifestazione ospiterà gli operatori del progetto Overnight.

 

Elisa Russo, Il Piccolo 28 Novembre 2013

sc00050ad6

Elisa Russo

Elisa Russo

Si occupa di musica e spettacoli su stampa, radio, tv e web. Dal 2004 collabora con il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Spesso lavora in coppia con il fratello Ricky. The Russos hanno ideato, scritto e condotto il programma musicale “In Orbita”, in onda su Tv Capodistria (Slovenia) e su Radio Capodistria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close