Posted on: 10 Luglio 2007 Posted by: Elisa Russo Comments: 0

È giunto alla dodicesima edizione il motoraduno organizzato da The Wild Bunch. L’appuntamento è a Prepotto, sul Carso triestino, da venerdì a domenica. Si comincia venerdì alle 20.30, con tre nomi forti. Anzitutto i punk rocker BeerBong. Nati a Gorizia nel ‘95, sono oggi al quarto album «Murder Party», un concentrato di velocità e potenza. Hardcore melodico di stampo californiano, all’altezza dei maestri del genere quali Lagwagon, NoFx, Satanic Surfers… Lo testimoniano anche le etichette che distribuiscono il cd: Ammonia Records in Europa, IQ Music in Benelux, Bullion Records in Giappone, Enemyinside Records in Sud America. Ottimi i riscontri per il progetto musicale guidato da Paolo Crimi di Gradisca (parallelamente batteria negli storici Extrema di Milano) e Massimo Gois, goriziano che vive a Trieste (chitarra). Quest’ultimo racconta: «All’inizio la formazione era tutta di Gorizia, poi con i vari impegni abbiamo dovuto cambiare line-up ed al momento siamo rimasti soltanto io e Paolo della regione. Alan Salgarella (basso) arriva da Bologna, Federico Tanzi (chitarra) e Lorenzo Zangheri (voce) da Ravenna». Non meno amati dalle nostre parti i Gonzales, una band di genuino turbo rock’n’roll influenzata da Stooges, Motörhead, Kyuss, certo garage anni 60, l’attitudine del primo punk. In formazione i triestini Markey Moon (Gian Paolo Vianello) alla chitarra e voce, Malcolm B.Cobra (Marco Boncompagno) alla batteria e i veneti Mark Simon Hell alla chitarra e B. al basso. Hanno all’attivo un cd intitolato «Hell Drive» e stanno lavorando al secondo album. «Con i Gonzales le cose iniziano a girare bene – afferma Mark Simon Hell. – In ottobre, grazie alla Dynamic Discord Agency di Berlino, dovremmo fare un tour Europeo e abbiamo anche un altro booking interessato a farci suonare in Austria. Stiamo lavorando ai pezzi nuovi per un futuro album e con la Stress To Death Records abbiamo in programma uno split condiviso con i Pistöns, band fiorentina di metal’n’roll veramente potente, tra Motörhead, Judas Priest e Sepultura. Inoltre, dopo il Motorbunch, partirò con La Piovra (l’altra mia band) per il secondo tour in USA, questa volta suoneremo nella West Coast da Seattle a Santa Ana per poi attraversare la frontiera e arrivare in Messico». Apriranno la serata i milanesi Long Dong Silver, band punk/ r’n’r spettacolare dal vivo. Tatuaggi, magrezza ostentata, piercing, testi provocatori…tra Dead Boys, GG Allin e Turbonegro.

Elisa Russo, Il Piccolo 10 Luglio 2007