Da venerdì a domenica torna l’Halamoye Festival a Tolmino, sulle rive dell’Isonzo, quarta edizione per la manifestazione di musica elettronica con il raggio più ampio che si possa attualmente trovare in zona. «Per tre giorni, su diversi palchi – raccontano gli organizzatori – si esibiranno più di 50 artisti, offrendo una gamma di generi musicali che va a coprire la quasi totalità dei gusti. Il motto di quest’anno è “One Tribe”, e vuole racchiudere lo spirito di unione e collaborazione tra i vari gruppi che hanno partecipato alla creazione del mosaico musicale di questo festival. Halamoye è l’unica manifestazione in grado di unire le crew provenienti da ogni parte della Slovenia e dai paesi confinanti, che portano in dote talentuosi artisti emergenti, dj e produttori che spaziano dalla techno, per arrivare fino al drum’n’bass, passando per la tech-house e la trance, con il bonus di un evento silent disco rash». Chiarita la vastità dei sottogeneri proposti, alcuni nomi in cartellone tra gli ospiti principali: Dave Manali, italiano ma con una storia internazionale alle spalle, essendo stato per molti anni resident alla leggendaria Ambasada Gavioli di Isola e avendo affiancato spesso star dal successo planetario come Bob Sinclar, David Morales, Frankie Knuckles; italiano anche Sincronism, con svariate produzioni che gli stanno fruttando consensi unanimi, amante delle atmosfere dark, presente agli eventi più importanti del settore come l’Ade di Amsterdam o il Sonar Off di Barcellona e poi Dj Shark a.k.a. Sharkastique Tunes da Lubiana, personaggio di spicco della capitale slovena, nome di riferimento quando si parla di musica house, e da Nova Gorica Alex Nemec, produttore sotto il nome Jaap Lightart specializzato in techno e prog, conosciuto per il suo lavoro con la Mirabilis Records e, fino al 2012, nel famoso duo Alex&Filip.

«Halamoye non è un semplice festival – riprendono gli organizzatori – ma è soprattutto un punto di incontro tra artisti, promoter, dj e pr, una vera e propria fiera di settore dove nascono non solo nuove amicizie, ma anche collaborazioni tra artisti e programmazione di eventi futuri».

«La location del festival – concludono i responsabili di Halamoye – è unica nel suo genere, un’area attrezzata per grandi eventi, dotata di palchi, servizi, bar, campeggio e spiaggia. C’è la possibilità di usufruire del camping libero e di fare il bagno sulle rive del fiume, sempre accompagnati da una selezione musicale che fa della qualità il suo sinonimo».

 

Elisa Russo, Il Piccolo 22 Agosto 2019

Halamoye

 

Elisa Russo

Elisa Russo

Si occupa di musica e spettacoli su stampa, radio, tv e web. Dal 2004 collabora con il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Spesso lavora in coppia con il fratello Ricky. The Russos hanno ideato, scritto e condotto il programma musicale “In Orbita”, in onda su Tv Capodistria (Slovenia) e su Radio Capodistria.
Close