ARTISTA: Black Mountain

TITOLO: «IV»

ETICHETTA: Secretly Canadian/ Jagjaguwar

black-mountain

 

 

black mountainSei anni di attesa (in mezzo una colonna sonora e progetti paralleli come i Pink Mountaintops), per questo nuovo capitolo degli immensi Black Mountain che s’intitola semplicemente «IV» (Secretly Canadian/ Jagjaguwar). Il quintetto di Vancouver, in pista dal 2004, mescola come sempre psichedelia, space folk, krautrock, heavy rock alla Led Zeppelin e Black Sabbath. Pescano nel passato ma si proiettano nel futuro.

Il riff colossale del brano di apertura «Mothers Of The Sun» già vale l’intero lavoro, che si muove su vette altissime (di montagne nere, ovviamente). Epici nel colosso ambient drone di quasi nove minuti «(Over and Over) The Chain». Toglie il fiato la voce di Amber Webber che nel brano «Line Them All Up», un’autentica ballata, aveva concepito l’idea di assoldare un coro, ma alla fine ha inciso lei stessa tutte le linee di voce. La versatilità vocale (che vede intrecciarsi la voce femminile di Amber con quella di Stephen McBean) e il grande gusto per la melodia, porta i Black Mountain a distinguersi da qualsiasi band heavy in circolazione. Anche questa volta produce Randall Dunn.

Elisa Russo, Il Piccolo 27 Maggio 2016

 

black mountain

Elisa Russo

Elisa Russo

Si occupa di musica e spettacoli su stampa, radio, tv e web. Dal 2004 collabora con il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Spesso lavora in coppia con il fratello Ricky. The Russos hanno ideato, scritto e condotto il programma musicale “In Orbita”, in onda su Tv Capodistria (Slovenia) e su Radio Capodistria.
Close
Close