ARTISTA: AAVV

TITOLO Elliott Smith: «Loves You More»

ETICHETTA: Niegazowana/ Audioglobe

loves you more cover

«Loves You More» (Niegazowana/Audioglobe) è un tributo tutto italiano ad Elliott Smith, cantautore americano scomparso dieci anni fa in circostanze mai del tutto chiarite (sebbene il fatto fu archiviato come suicidio).

945221_174263692770040_1278147415_n

 

L’idea del tributo nostrano è partita da Davide Lasala (voce e chitarra dei Vanillina) che ha riunito quindici artisti in altrettante riletture di canzoni del repertorio di Smith, tutte registrate all’Edac Studio su nastro magnetico e con mixaggio analogico.

 

 

STEFANO EDDA RAMPOLDI Loves you more studio

Stefano Edda Rampoldi sconvolge «Angeles», rompe gli schemi melodici con un brano rock tirato ed è l’unico ad aver personalizzato il testo, usando l’italiano: «Edda semplicemente voleva cantare in italiano e non mi sono sentito di tarpare le ali ad una persona che vola e ci fa volare dagli anni 80!», spiega Lasala.

Eva Poles e Stefano Edda Rampoldi
Eva Poles e Stefano Edda Rampoldi
Assieme a quella di Edda, una delle riletture più interessanti è firmata da Eva Poles con un’intensa e suggestiva «Figure 8». Ottima prova anche per i Jennifer Gentle
1375114_174256732770736_247957583_n
Marco Fasolo (Jennifer Gentle)
con la loro psichedelica «The White Lady Loves You More». Tra i nomi più noti: Dellera (Afterhours) con «Waltz n2» e i Black Black Baobab (Nicholas Restivo e Roberta Sammarelli dei Verdena) che rivisitano «Needle in the Hay» con un arrangiamento folk ipnotico dai toni tenebrosi. E ancora: i Vanillina che spingono il distorsore su «Miss Misery», i Kalweit and the Spokes che arricchiscono «A Fond Farewell» con un’elettronica dei giorni nostri, Dilaila, Emil con i Cani Giganti, Dennis di Tuono, i Labradors, Nicolas Falcon, Mr Henry, IlVocifero, C+C=Maxigross.

Racconta Lasala: «L’idea è nata dopo la scomparsa di mio padre nel marzo 2013. Volevo fare qualcosa che mi occupasse la testa e fare qualcosa che non avevo mai fatto mi pareva la cosa migliore. Ho chiamato le persone con cui avrei voluto passare del tempo in studio, quindi amici e conoscenti. Le persone che non conoscevo sono

ILVOCIFERO
IlVocifero
diventate poi amiche (ad esempio Walter Somà de IlVocifero e Nicholas Restivo che ha anche realizzato l’artwork del disco). Ci sono artisti conosciuti e non, ma non è stata una scelta in base alla notorietà. L’assegnazione dei brani è stata semplice, ho richiesto ai musicisti tre brani per non accavallarsi con i titoli e il risultato è stato che la prima scelta di tutti non intaccava la scelta di altri. La cosa che mi ha colpito è che tutti hanno accettato di partecipare».

 

La compilation è accompagnata da un documentario realizzato e diretto dal regista Fabio Capalbo (Verdena, Edda, Toni Bruna, Vinicio Capossela, Pacifico) che racconta dall’interno i quindici giorni di studio, dalle session di registrazione alle interviste. «Loves You More» è un affettuoso e malinconico ringraziamento ad un uomo dalla sensibilità speciale, la cui vita troncata anzitempo non ha impedito alle canzoni di arrivare fino ad oggi. Vive e vere proprio come chi le ha scritte.

 

Elisa Russo, Il Piccolo 18 Dicembre 2013

LOVES YOU MORE

ilpiccolo 18.12.13

Elisa Russo

Elisa Russo

Si occupa di musica e spettacoli su stampa, radio, tv e web. Dal 2004 collabora con il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Spesso lavora in coppia con il fratello Ricky. The Russos hanno ideato, scritto e condotto il programma musicale “In Orbita”, in onda su Tv Capodistria (Slovenia) e su Radio Capodistria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close