Posted on: 27 Settembre 2021 Posted by: Elisa Russo Comments: 0

«”Galleggianti” parla di me e di voi. Del fatto che alle volte non guardiamo al di là del nostro naso. Forse scomoda, come delle scarpe un numero più piccole. Siamo quello che siamo, oggi. Ma non è detto che non potremmo essere migliori». Il cantautore triestino Sesto pubblica il suo nuovo singolo, realizzato assieme a diversi talenti locali: l’agenzia Waves, alla produzione Paolo Baldini (Africa Unite, Jovanotti, Tre allegri ragazzi morti, Mellow Mood), l’ex Jennifer Gentle ora Stop The Wheel Francesco Candura al basso e il cantautore triestino per eccellenza, Toni Bruna, qui alla batteria. «La novità – prosegue Sesto – è che ad affiancarmi in questo viaggio tumultuoso ci sono ora l’etichetta romana Le Siepi Dischi e l’ufficio stampa milanese Conza Press, con la distribuzione di Believe». «Tra cantautorato e rock psichedelico – si legge nelle note di presentazione – ”Galleggianti” parla dei migranti, senza parlare di politica, del limbo in cui si trovano quando sono in mezzo al mare, in balia delle onde, del freddo, della calca. C’è chi attraversa il mare per fuggire a una realtà ostile. “Galleggianti” ricorda all’ascoltatore che su quella barca potrebbe esserci chiunque».

Sesto è il nuovo nome d’arte di Alessandro Giorgiutti, una delle figure chiave della musica in città, per talento, gusto, competenze. Come produttore – ama definirsi “finalizzatore di canzoni altrui” – in studio ha messo il suo tocco su almeno 70 dischi (Limes, Irene Brigitte, Narciso Yepess, Toni Bruna, The Charlestons, Matteo Bognolo, Cortellino…). Come fonico live ha girato il mondo con i Mellow Mood. Parallelamente al lavoro sulla musica altrui, c’è la sua carriera di cantante/chitarrista, partita negli anni 2000 con l’alias AbbaZabba con cui ha pubblicato diversi lavori, tra folk e rock. Poi ha cominciato a percorrere la strada del cantautorato, lasciando l’inglese e prendendo sempre più padronanza della lingua madre. Di Sesto è uscito un primo singolo, “Sbalzi” che l’ha portato lo scorso aprile a essere scelto tra i finalisti della trentaduesima edizione di Musicultura, Festival della Canzone Popolare e d’Autore; entrambi i singoli anticipano l’album “Pianosequenza” di prossima uscita.

 

Elisa Russo, Il Piccolo 27 Settembre 2021