Primo appuntamento dell’anno a cura di Rocket Panda management (punto di riferimento per il movimento stoner rock triestino): martedì alle 20.30 i Veuve, heavy psych band da Spilimbergo, fanno tappa a Opicina, a El Covo De Jameson (Strada per Vienna 78) con ingresso libero. Riccardo Quattrin al basso e voci, Andrea Carlin alla batteria, Felice Di Paolo alla chitarra (sostituito ora da Stefano Crovato), nel 2013 scelgono il nome Veuve (“vedova” in francese) «Perché il suono della parola ci suggeriva qualcosa di decadente e retrò ma al tempo stesso dal passato glorioso, in uno scenario “doom”, maledetto». A quattro anni di distanza dal loro ultimo concerto in zona, tornano per presentare il nuovo “Fathom” uscito a fine maggio per l’etichetta Argonauta Records, che per dare delle coordinate di genere scrive: «La loro madre si chiama Black Sabbath, il papà Kyuss e il fratello maggiore Hawkwind». Il power trio non manca di inserire in scaletta brani dei Sabbath, ma anche Saint Vitus e Truckfighters; il loro ep di esordio del 2015 mette subito le carte in tavola per quanto riguarda la scrittura dei testi, toccando temi come l’olocausto nucleare, il progetto Manhattan (che portò alla realizzazione delle prime bombe atomiche durante la seconda guerra mondiale) e altri d’impegno politico. Insomma: argomenti densi che ben si accompagnano ai suoni possenti e ai pesanti riff di chitarra di brani come “The Third Sun Sets”, “Here Comes The Iron Man” e “Dov’eri Tu Vent’anni Fa”. Nel 2016 esce l’album “Yard” che mette meglio a fuoco le loro capacità compositive, percorso che continua con l’ultimo “Fathom” che osa ancor di più in termini di sperimentazione, aprendo nuovi scenari sonici, abbracciando per esempio i paesaggi classici del post-rock (“Following”), temi blues (“Low In The Air”) e anche qualche episodio che vira all’heavy metal (“Into The Smoke”), senza dimenticare le radici stoner rock (“Radars Are High”, “Death Of The Cosmonaut”).

 

Elisa Russo, Il Piccolo 21 Gennaio 2020

Elisa Russo

Elisa Russo

Si occupa di musica e spettacoli su stampa, radio, tv e web. Dal 2004 collabora con il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Spesso lavora in coppia con il fratello Ricky. The Russos hanno ideato, scritto e condotto il programma musicale “In Orbita”, in onda su Tv Capodistria (Slovenia) e su Radio Capodistria.
Close
Close